Ristoranti a Minorca: tutte le novità del 2018

Il settore gastronómico minorchino è in una fase di gran cambiamento ed innovazione: non solo negli ultimi tempi sono state organizzate moltissime iniziative legate alla valorizzazione e alla diffusione del prodotto locale, ma in questo inizio 2018 nell’isola si è potuto notare un gran movimento di aperture o riaperture di locali e ristoranti.

Dalla ristrutturazione fisica dei locali a nuovi progetti culinari, l’offerta culinaria minorchina è in pieno fermento: ecco allora, sia per i residenti nell’isola che per i turisti di passaggio, tutte le principali novità del 2018 nel settore della ristorazione locale.

Se vi trovate a passeggio per il centro di Ciutadella in orario di pranzo o cena vi proponiamo un locale (con una bella e rilassante terrazza) che ha recentemente aperto: si tratta del Maramao, un bar di tapas d’autore in cui lo chef italiano Massimo Mauri combina alla perfezione l’utilizzo di prodotti locali con la grande creatività tutta italiana: una fusione di sapori sicuramente interessante e tutta da provare.

maramao tapas bar ciutadella

Il Ristorante Son Granot di Es Castell è situato in un antico edificio del 18º secolo oggi adibito ad hotel rural, ed è stato recentemente messo a nuovo. Grazie anche all’arrivo del giovane chef Cris Juanico la proposta gastronomica è stata rinnovata con piatti creativi che uniscono la tradizione culinaria di Minorca e l’utilizzo dei suoi prodotti con la cucina più moderna.

Un altro ristorante di nuova apertura che vi consigliamo è l’Urban Street Food, situato proprio nel centro storico di Es Mercadal. Nato dall’esperienza di Juan Carlos García, proprietario del The Tapas Gastrobar, che si è unito alla vitalità dell’italiana Dalia Ramazzotti (ex de La Cucharita), il locale vuole offrire ai propri clienti un giro gastronomico per il mondo.

Il simpatico menù, disegnato come se fosse la carta di imbarco di un aereo, propone infatti un viaggio tra le principali specialità gastronomiche di Ecuador, Messico, Giappone, India, Corea del Sud, Cina, Stati Uniti, Russia, Olanda, Grecia, Medio Oriente e naturalmente, anche Italia e Spagna.

urban street food mercadal

Tornando verso sud, a Cales Fonts (Es Castell), troviamo invece il Botanic, dove oltre a godere di una splendida vista al porticciolo dalla terrazza del locale, si può assaporare una cucina dal tocco fresco e naturale, con opzioni sia per vegani che vegetariani.

A Sant Lluis invece, in zona S’Ullestrar, nella bellissima casa di campagna dove anni fa c’era il famoso Anakena, troviamo ora il ristorante Villa Blanca, recentemente riammodernato dai nuovi proprietari francesi. Il locale offre una cucina moderna, creativa e saporita con uno show cooking una sera per settimana.

Sempre a Sant Lluis, lungo il cammino di Binisafuet, ha recentemente aperto il Sa Parereta d’en Doro. Il proprietario è Doro Biurrun, uno degli chef più conosciuti dell’isola, che ha voluto trasferire il precedente ristorante di Mahón ad una location più tradizionale e rustica. In questo locale assoporerete la vera cucina minorchina interpretata in chiave moderna.

Se invece avete voglia di una bella pizza o di cucina típica italiana, lì vicino, in una bella casa di campagna in zona Trebaluger, ha aperto il ristorante Sa Brasa.

A Mahon, in pieno centro storico, vicino alle poste centrali ha aperto da poche settimane Pasta Leonardo. Si tratta di un laboratorio di pasta fresca e primi piatti che nei locali appena ristrutturati offre, oltre al prodotto fresco da acquistare la possibilità di pranzare. I prodotti sono di primissima qualita e i ragazzi (italianissimi e pieni di entusiasmo) vi accoglieranno con un sorriso.

Calle de l’Església 26, Mahón. Telefono: (0034) 971 945 474.

pasta leonardo

Avvicinandosi alla costa, a Cala Torret (Sant Lluis), è stato recentemente inaugurato il ristorante El Faro che nel suo menù propone una sana cucina mediterranea e specialità a base di riso. Oltre all’interessante offerta culinaria il locale offre ai propria clienti una meravigliosa posizione con vista al mare.

Poco distante dal Faro troverete anche il nuovo Barracuda, ristorante specializzato in pesce e vini.

Spostiamoci ora nuovamente verso Mahón nella zona de Sa Sinia des Muret, dove il proprietario di Tapas Can Avelino ha aperto l’Antesala, bar di copas e tapas perfetto per un incontro tra amici.

Grandi novità invece nella zona del porto di Mahón, dove ben sette locali sono stati ammodernati o hanno aperto da poco. Parliamo as esempio de La Mexiterránea che, come indica il nome, propone cucina messicana e mediterranea.

mexiterranea

Oppure del Calucha che offre piccole delicatessen e cibo da stuzzicare a qualsasi ora del giorno. Asorbos invece quest’inverno si è trasferito di qualche centinaia di metri, potendo così ampliare il locale e rinnovando al tempo stesso la propria offerta culinaria. Il Sa Tintina si trova ora dove prima c’era il Gallery e prosegue come bar di tapas, musica, vino ed allegria. Per i più assidui frequentatori di Minorca ricordiamo invece che ha riaperto lo storico locale di ritrovo Nashville dopo ben sette anni di chiusura.

Se avete voglia di tapas e buon vino, oppure di qualche copas, potete passeggiare per il porto di Mahón e poi fermarvi nel bar El Alquimista oppure nel Mildoscientoscinco. Infine, nel locale dove prima si trovava il Gula Bar, ha recentemente aperto l’Arjau con specialità minorchine e a base di pesce.

Spostandovi da Mahón e prendendo la strada che porta a Fornells, all’interno del Golf Son Parc troverete il nuovo ristorante-lounge bar Romeo y Julieta, con zona chill-out, piscina e musica dal vivo.

Arrivando in in centro a Fornells, dove prima si trovava il Can Burdó, i proprietari di Ca Na Marga e Es Tomàtic hanno inaugurato il Jordis, ideale per mangiare insalatone, pizze o hamburger gourmet.

In zona ponente, precisamente a Cala Blanca, troviamo invece il Cas Safrà, un gastrobar con una proposta culinaria molto variata preparata dallo chef uruguayano Alex.

Nella centrale Plaza des Pins di Ciutadella, ha invece aperto da poco Es Pinzell, un elegante ristorante che propone cucina minorchina tradizionale interpretata in chiave moderna e creativa.

Nella Plaza de Es Born invece, il vecchio Sa Nansa si è trasformato ora nel Fusión Born, con un ampio menù e proposte informali come panini, tapas y kebabs.

Infine, il famoso ristorante Bar es Molí è stato recentemente ristrutturato ed ammodernato trasformandosi en Molí des Comte Gastrobar: in questo locale troverete platos y tapas interessanti e dal tocco esotico.

Visto allora quante grandi novità propone l’offerta ristorativa dell’isola? Ricordate che, se ne avete voglia, potete sempre comunicarci le vostre recensioni ed esperienze nei nuovi e vecchi bar o ristoranti di Minorca all’interno del nostros gruppo Facebook Scoprendo Minorca, l’Isola in tasca.

A presto!