Le spiagge incontaminate di Minorca

Minorca è un vero e proprio paradiso per gli amanti del mare e delle spiagge. Anche se negli ultimi anni il turismo è sempre più aumentato, Minorca ha saputo conservare la sua essenza e la sua natura in modo praticamente incontaminato, limitando molto la costruzione di case e complessi alberghieri. Per questo motivo è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall’UNESCO.

A Minorca, quindi, è ancora possibile trovare spiagge vergini e selvagge, nelle quali non si trova da nessuna parte l’impronta dell’uomo, o quasi.

Durante i mesi centrali dell’estate, luglio ed agosto, però, sembra difficile riuscire a trovare una spiaggia poco affollata a Minorca, ma ti assicuriamo che non è del tutto impossibile.

Continua a leggere per sapere quali sono le più belle e meno affollate spiagge vergini di Minorca.

Le migliori 10 cale vergini di Minorca

Se desideri fuggire dal turismo di massa, in questo post troverai le migliori spiagge segrete di Minorca. Quelle che, per il loro difficile accesso e paesaggio idillico, diventano le migliori calette vergini da visitare sull’isola.

È chiaro che i consigli sono sempre soggettivi, ma siamo quasi sicuri che questa lista delle 10 migliori spiagge vergini di Minorca non ti deluderà. Sono state scelte per il loro paesaggio e la “lontananza dalla civilizzazione”, non per niente sono “spiagge nascoste di Minorca”.

Nessuna delle dieci dispone di servizi. Per questo motivo, ti consigliamo di portare con te acqua (imprescindibile) e qualcosa “”da mangiare, anche se non intendi passarci l’intera giornata. Un ultimo consiglio: cerca di visitare una di queste spiagge vergini di notte, senza rimanerci a dormire, però, perchè è proibito. Vivrai una delle migliori esperienze della tua vita.

Potrebbe interessarti anche → Le migliori spiagge attrezzate a Minorca 🏖️

Cala Pregonda, visita obbligatoria

Cala Pregonda è una delle spiagge incontaminate di Minorca di visita obbligatoria. Questa gioia della costa nord dell’isola si trova in mezzo al nulla ed è molto amata dai minorchini.

Cala Pregonda Menorca

Oltre a non disporre di servizi, per raggiungerla, bisogna percorrere una lunga passeggiata per la costa sotto il sole. Porta con te acqua (anche per il ritorno), cappello e crema solare.

La spiaggia vergine di Cala Escorxada

Cala Escorxada è la gran sconosciuta tra le spiagge del sud di Minorca. Solo in pochi ci arrivano poiché per raggiungerla bisogna camminare per un’ora approssimativamente da Santo Tomas, per un sentiero di pietre e rocce.

Si potrebbe dire che è una delle vere calette nascoste di Minorca per la difficoltà d’accesso. A meno che, ovviamente, non ci si arrivi in barca. In ogni caso, l’acqua turchese e cristallina, la sabbia bianca e fine e la pineta che la circonda, fanno di Cala Escorxada la spiaggia incontaminata che stavi sognando.

cala-escorxada-menorca

 

Un altro vantaggio, dovuto al fatto del difficile accesso, è che si tratta di una delle spiagge di Minorca meno affollate e, grazie alle scogliere che la circondano è, di solito, protetta dai venti del nord.

Cala Presili, l’infiltrata

Se non fosse per le rocce nere che la circondano e per la vicinanza del faro di Favaritx, potremmo tranquillamente pensare che ci troviamo in una delle spiagge della costa sud, per le sue acque cristalline e sabbia bianca.

Ci troviamo, invece, nella costa nord di Minorca, all’interno del Parco Naturale dell’Albufera d’Es Grau. 

CALA PRESILI MENORCA

Si potrebbe dire che Presili sia una delle spiagge per nudisti di Minorca, anche se, in realtà, non esistono zone esclusive per praticare il naturismo sull’isola.

Proprio di fianco, troviamo la sua spiaggia gemella, Cala Tortuga.

Es Talaier, la piccola di casa

La spiaggia di Es Talaier è conosciuta come la “sorella piccola” di Son Saura. Vale a dire, rappresenta il prototipo delle spiagge del sud di Minorca. Sabbia finissima e bianca, acqua cristallina e un panorama che toglie il fiato.

talaier minorca

Per tutti questi motivi è una delle spiagge più frequentate durante l’estate. Per raggiungerla, dovrai lasciare la macchina nel parcheggio di Son Saura e camminare per più di mezz’ora tra rocce e pinete. Passerai per uno dei sistemi dunari in recupero più belli dell’isola.

Puoi anche raggiungerla via mare tramite un’escursione per le spiagge del sud di Minorca.

Cala Pilar, solo per pochi

Non si tratta di una spiaggia “facile” da localizzare e, di solito, se la godono solo i camminatori esperti e i fortunati che la possono raggiungere in barca. Si tratta, quindi, di una delle spiagge più sconosciute di Minorca. Possiamo, comunque assicurarti, che la camminata vale la pena per la splendida vista della costa nord.

cala pilar menorca

L’escursione fino a Cala Pilar è abbastanza lunga e, con il sole, diventa un po’ difficile: non dimenticarti l’acqua (anche per il ritorno), un cappello e protezione solare. Fermati a contemplare i colori rossi e ocra delle rocce e della sabbia. Un vero e proprio spettacolo che troverai in poche spiagge del nord di Minorca.

Cavalleria, unica

Amata da tutti i turisti, la spiaggia di Cavalleria si trova all’interno della Riserva Marina, ed è attraversata dal Camí de Cavalls. Questi due motivi la rendono una spiaggia vergine e protetta.

migliori spiagge minorca : cavalleria

Durante l’estate la troverai molto affollata, poiché si tratta dell’unica spiaggia del nord con un parcheggio vicino.

A poche decine di metri troverai l’omonimo faro. Segnalata, comunque, come una delle migliori spiagge di Minorca.

Cala Turqueta, la perla del sud

Cala Turqueta è un’altra delle spiagge selvagge di Minorca da visitare assolutamente

Potrebbe interessarti anche → Le migliori spiagge di Minorca accessibili ai disabili 🏖️

Per raggiungerla bisogna camminare per un piccolo sentiero che parte dal parcheggio. Durante i mesi di luglio e agosto si riempie fin dalla mattina presto. Se arrivi dopo le nove di mattina, è possibile che il parcheggio sia già pieno.

CALA TURQUETA menorca

Binigaus, la nudista

La spiaggia di Binigaus si trova più o meno a metà tra Santo Tomás e Cala Escorxada. Quando i temporali mantengono la linea della costa, puoi camminare direttamente sulla spiaggia da Santo Tomás fino a Binigaus.

La cosa migliore di questa spiaggia vergine di Minorca è la poca profondità dell’acqua: puoi camminare un bel po’ prima immergerti del tutto.

binigaus isola di minorca

L’acqua, completamente trasparente, e la sabbia bianca, la caratterizzano come tipica spiaggia del sud.

Da Binigaus potrai fare un’escursione alla famosa Cova de Coloms. La grandiosità del luogo ti trasporterà a un’altra epoca, quando l’isola era un territorio selvaggio.

La Vall e Es Bot, all’interno dell’Algaiarens

Le spiagge de la Vall ed Es Bot sono tra le nostre preferite. Alla prima ci si arriva dopo una cortissima passeggiata dal parcheggio; la seconda, Es Bot, è una delle migliori spiagge selvagge di Minorca e il suo accesso è abbastanza facile.

Entrambe si trovano all’interno dello spazio naturale conosciuto come Algaiarens, subito dopo Cala Morell.

cala algaiarens minorca

La Vall è considerata come una spiaggia semi-urbana per il suo semplice accesso. È l’unica della lista che dispone di alcuni servizi come bagni, situati nel parcheggio, e noleggio di kayak.

A Es Bot ci si arriva dopo aver camminato dieci minuti da La Vall, per un sentiero boscoso che comincia dalla parte destra della spiaggia, lungo il quale troverai un piccolo lago nel quale potrai vedere anatre e tartarughe.

La vista della cala dalla cima della duna è da cartolina!

Un’altra opzione fattibile per raggiungerla è a nuoto da La Vall.

Son Saura, la misteriosa

La spiaggia di Son Saura è la più grande e bella spiaggia vergine di Minorca. Metri e metri di sabbia che finiscono in una pineta, che separa i due banchi di sabbia.

Nella prima cala, Es Banyul, è solito trovare posidonia, una pianta marina responsabile delle acque turchesi del Mediterraneo. Bellavista, la seconda cala vergine è, di solito, meno affollata, e di certo non meno bella della prima.