Cosa fare e cosa vedere a Minorca in un weekend d’estate

Da sempre la Spagna, e in particolare l’arcipelago delle Isole Baleari, è tra le mete preferite dagli italiani quando si tratta di scegliere dove passare le proprie vacanze estive.

Tra le meno popolate c’è l’isola di Minorca, famosa per essere tra le più belle e selvagge d’Europa, la quale fa innamorare tutti coloro che la visitano. Grazie alle sue piccole dimensioni, in un solo weekend è possibile visitare l’isola da punta a punta, sfruttando al meglio le sue spiagge vergini da mozzare il fiato, e provando il cibo tipico locale; su quest’isola, tra un bagno e una ensaimada, potrete anche “sedervi” al tavolo verde direttamente all’ombra del vostro ombrellone.

macarella spiaggia minorca

Cosa fare a Minorca in un weekend?

Nonostante si tratti di un’isola piuttosto piccola, Minorca ha davvero tanto da offrire, tra le sue bellissime spiagge e la sua natura selvaggia e incontaminata.

Tuttavia, anche se è sempre meglio dedicare più tempo a luoghi del genere, chi dispone di un solo fine settimana non dovrebbe privarsi della gioia di visitare questa fantastica isola. Ecco una lista delle cose da fare e da vedere a Minorca in un solo fine settimana.

Visitare le spiagge selvagge del nord 

Minorca offre acque trasparenti in tutta l’isola, ma nel nord c’è una collezione di spiagge selvagge che lascerebbero chiunque a bocca aperta, le quali – per la maggior parte – sono caratterizzate da sabbia rossastra e dorata.

Tra le migliori della zona troviamo Cala Pregonda, Cala Tortuga e Cala Pilar.

spiaggia di cala pregonda minorca

Rilassarsi tra le acque turchesi del sud

A Minorca si possono trovare alcune delle spiagge più spettacolari del mondo, che nulla hanno da invidiare alle isole dei Caraibi .Qui l’acqua blu turchese è così intensa che può essere facilmente scambiata per una piscina.

Durante l’estate queste spiagge sono sempre affollate, ma vale assolutamente la pena concedergli una visita. Tra le spiagge da non perdere assolutamente ci sono Cala Macarella, Cala Mitjana e Cala en Turqueta. Naturalmente, la cosa migliore da fare per evitare la folla, è noleggiare una macchina e visitare queste spiagge la mattina presto o nel tardo pomeriggio.

Fare un tour acquatico per le acque trasparenti dell’isola 

Riservare una parte del budget disponibile per godersi il Mediterraneo in tutta la sua essenza, magari noleggiando una barca o facendo un tour, è una gran bella idea da prendere in considerazione.

A Minorca nessuno dovrebbe rinunciare alla possibilità di godere appieno della trasparenza delle sue acque, accontentandosi semplicemente di stendere l’asciugamano in spiaggia e lasciare che le ore volino via.

Le migliori opzioni sono una gita in kayak, una gita in barca a vela lungo le spiagge più inaccessibili del nord, una gita in barca lungo le spiagge del sud, o guardare il tramonto a bordo di una barca a vela.

C’è anche chi opta per l’opzione di noleggiare una piccola imbarcazione a ore per muoversi in autonomia. Cala Galdana, una delle spiagge più famose del sud, offre questa opzione a prezzi non troppo eccessivi.

Fare una passeggiata a Ciutadella

Minorca è conosciuta soprattutto per le sue bellissime acque trasparenti. Tuttavia, una visita all’antica capitale Ciutadella non può assolutamente mancare.

Avventurandosi tra le stradine del suo centro storico, è possibile ammirare la Cattedrale e il Castello di San Nicolas. Uno dei luoghi più affascinanti della zona è sicuramente il piccolo porto di Ciutadella colmo di barche approdate, bar, terrazze e ristoranti.

porto di ciutadella isola di minorca

Naturalmente, i prezzi di questi ristoranti sono più cari rispetto al resto dell’isola, ma se ciò che state cercando è passare una serata romantica in riva al mare, questa è sicuramente un’ottima opzione.

Visitare il paesino d’incanto Binibèquer Vell

Si tratta di un piccolo villaggio da favola, caratterizzato da casette bianche e stradine di fronte al mare che ricordano il passato marinaro di Minorca.

In realtà, Binibèquer Vell – ricco di hotel e ristoranti – è un villaggio costruito recentemente, negli anni 70, ma la sua architettura imita le vecchie case dei pescatori di Minorca. Insomma, che si tratti di un’imitazione o meno, questo paesino è una vera meraviglia e merita assolutamente una visita.