Cosa comprare a Minorca: tra prodotti artigianali e chicche gastronomiche

Scegliere Minorca come destinazione per il vostro viaggio significa partire alla scoperta di un’isola in cui tradizione e cultura sopravvivono ancora in un ambiente naturale unico e incontaminato.

I minorchini fieri e orgogliosi del proprio passato propongono nei mercati di Mahon e Ciutadella il meglio della tradizione artigiana e gastronomica dell’isola. Tra spiagge di acqua cristallina, parchi naturali riserve della biosfera e siti archeologici una vacanza a Minorca è l’occasione perfetta per acquistare non semplici souvenir, ma creazioni autentiche di una lavorazione che si tramanda da generazioni.

Solide, robuste e incredibilmente morbide. Le avarcas rappresentano Minorca tanto quanto il suo mare e le sue spiagge più belle.

Simbolo di una tradizione artigiana la cui abilità si è affinata nel corso dei secoli. Calzature tradizionali della gente di campagna che doveva affrontare nelle dure giornate di lavoro il terreno pietroso dell’isola sono diventate col tempo un oggetto alla moda.

Ma e questa è la qualità che le rende così cool hanno conservato il fascino vintage dei sandali tradizionali. Oggi alla robustezza del passato si aggiunge una vasta gamma di colori dal turchese al rosso, dal verde al giallo.

Un arcobaleno cromatico che fa bella mostra di sé nei mercati di Ciutadella e nei negozi di Mahon. Basta indossarli una volta per innamorarsene per sempre. Un paio di avarcas da indossare subito e un altro da portare a casa!

L’artigianato tradizionale dell’isola di Minorca da il meglio di sé nella produzione delle ceramiche dove creatività e antica sapienza si fondono insieme per creare prodotti unici. I Gerriers seguono da secoli le stesse tecniche di lavorazione modellando l’argilla bianca cotta al forno che prende forma in tantissimi oggetti diversi.

L’abilità dei Gerriers è pari solo alla loro gentilezza e accoglienza. Saranno felici di realizzare per voi bicchieri, tazze e piatti per arredare la vostra casa con creazioni fatte a mano secondo tecniche immutate da secoli. E non preoccupatevi del peso in più in valigia e dei salassi al check-in.

Seguite solo la vostra curiosità e il vostro istinto passeggiando per i mercati di Mahon e Ciutadella. Sarà sufficiente affidare la vostra merce a operatori specializzati come Packlink.

Nel caso specifico i costi di spedizione pacchi con Packlink sono vantaggiosi e affidabili perché attraverso il sito potete comparare i prezzi e i tempi di consegna dei più importanti corrieri internazionali. In questo modo potete scegliere direttamente da PC o smartphone la soluzione più adatta a voi senza dover fare lunghe file agli uffici postali o affrontare l’ancora più rischioso passaggio al check-in.

cibo menorca

E visto che a questo punto abbiamo risolto il problema spedizione non resta che proseguire i nostri acquisti e fare una sosta al mercato di prodotti artigianali di Ciutadella che si tiene in Calle Pere Capllonch ogni giorno dal tramonto alla notte.

Qui troverete tessuti colorati lavorati a mano e le lucenti creazioni dei gioiellieri minorchini. I laboratori dell’isola sono conosciuti in tutto il mondo e la loro storia risale addirittura al XVIII secolo per arrivare intatta fino agli inizi del Novecento quando la produzione di borsellini in filo d’argento decretò la fortuna degli orafi dell’isola.

Fortuna testimoniata oggi dai tanti gioielli realizzati a mano che potete trovare nei mercati e nei negozi di Ciutadella e Mahon.

I prodotti gastronomici sono sempre difficili da portare con sé nel viaggio di ritorno, ma per alcuni è più semplice che per altri.

Vi consigliamo di piluccare il delizioso queso di Mahon in uno dei tanti locali della cittadina. Mentre potete tranquillamente spedire via corriere la sobresada e il botifarrò. Stesso discorso per il famosissimo gin de Menorca.

Esatto è qui sull’isola che si produce da duecento anni un particolare gin mix unico tra tradizione britannica e carattere mediterraneo. E proprio il gin è la base di uno dei cocktail tipici di Minorca: la Pomada. La troverete ovunque. Durante le feste popolari e servita nei tanti locali dell’isola.

Un ultimo consiglio. Vista l’accoglienza e la disponibilità degli abitanti, lasciatevi ispirare da loro per i vostri acquisti. Saranno lieti di mostrarvi i metodi di lavorazione tradizionali e i loro laboratori.

È questo orgoglio per il proprio passato che fa di Minorca un luogo ancora intatto e autentico. Un vero gioiello in cui trascorrere la vostra vacanza per entrare in contatto con la gente del posto e con le loro tradizioni.

Un’esperienza sempre più difficile in altre isole delle Baleari dove il turismo di massa ha reso questo tipo di relazione sempre più rara.