Il vino di Minorca

Minorca è un’isola piena di fascino e particolarità. E, tra tutte, non possiamo non citare la sua gastronomia o la sua ricchezza di vini. Per gli amanti dell’isola è inevitabile apprezzare la squisita semplicità dei suoi vini, soprattutto in questo periodo dell’anno.

Settembre a Minorca è infatti – come in tutte le aree di produzione – periodo di vendemmia. La stagione della raccolta dell’uva è una delle più attese tra i contadini isolani. Su tutta l’isola sono moltissime le cantine presenti e tra cose da fare a Minorca una delle preferite dai turisti è visitarle in tour enogastronomici organizzati.

Industria vinicola di Minorca: storia e caratteristiche 

L’isola vanta un’ancestrale tradizione vitivinicola e sebbene si pensi che l’industria vinicola sia una realtà recente, di fatto non è una novità: a Minorca si è sempre prodotto vino!

Le prime testimonianze storiche di questa attività risalgono al 1231, quando le autorità musulmane che governavano l’isola ossequiarono il Re Jaime I con una “selezione” del miglior vino minorchino. Successivamente, durante la dominazione britannica, la produzione e l’esportazione vinicola aumentarono esponenzialmente: il vino minorchino veniva servito sulle migliori tavole nobiliari inglesi, data l’eccellente qualità del prodotto.

Si considera che l’apice della cosiddetta “Epoca d’Oro” del vino di Minorca sia stata agli inizi del secolo XIX (con circa 15.000 ettari di territorio destinati a vigneto), seguita da un progressivo decadimento: tornata territorio spagnolo, Minorca non seppe mantenere l’eredità lasciata dagli inglesi.

La produzione calò drasticamente, e per quasi tutto il XX secolo si ridusse al solo autoconsumo. Fu, poi, a partire dagli anni ’80 – e grazie ad agricoltori lungimiranti – che si iniziò a riproporre una produzione vinicola affiancata a tecnologie moderne ed efficienti.

Nacque così il “Vino de la Tierra Isla de Menorca”, che in pochi anni ha saputo non solo risollevare un settore in decadimento ma anche dar vita a nuove aziende isolane.

I vini di Minorca 

La collocazione mediterranea di Minorca e alcune singolari caratteristiche climatiche (come il vento di tramontana) fanno sì che la produzione del vino sia molto impegnativa e limitata: si coltivano circa 20 ettari e nel 2005 si sono prodotte solamente 60.000 bottiglie.

Le tecniche produttive sono quelle tradizionali con l’impiego di moderne tecnologie al fine di ottenere dei vini di ottima qualità.  La gradazione alcolica minima è: Vino Bianco: 11,5°- Vino Rosè: 12° -Vino Rosso 12°.

Due le principali varietà di vino coltivate a Minorca:

Vini rossi

I vini rossi più famosi di Minorca sono il Merlot e il Cabernet Sauvignon. Entrambi si distinguono per il loro colore ciliegia brillante, i loro aromi di frutti rossi e un sapore strutturato ed equilibrato, ma le loro sfumature uniche li differenziano l’uno dall’altro. Altri vini rossi sono: Monestrell, Tempranillo.

Vini bianchi 

Per gli amanti dei bianchi, invece, è impossibile evitare la varietà della Malvasía: squisiti vini dal colore giallo paglierino in cui spiccano aromi vegetali e floreali, insieme ad un sapore fresco e intenso.

Senza dimenticare un altro eccellente vino bianco di Minorca: lo Chardonnay, i cui vini sono caratterizzati da note di frutta secca, insieme ad aromi curiosi come la banana o l’ananas tropicale. Tra i vini bianchi si annoverano anche il Macabeo, Moscatel, Parellada. 

Le migliori aziende di vino a Minorca 

Qual è il miglior vino di Minorca? Difficile a dirsi, molto dipende dai gusti personali e dalle preferenze. Di seguito, però, vogliamo consigliarvi una serie di aziende e cantine di Minorca che producono vino sotto la denominazione “Vi de la terra de l’illa de Menorca”. 

Siete pronti? Questa è la nostra piccola selezione di vini di Minorca e delle principali aziende vinicole dell’isola.

Hort Sant Patrici (Ferreries)

Prima di tutto, scommettiamo sull’Hort Melort, un rosso perfetto per accompagnare alcuni dei piatti tipici di Minorca. Il vino è prodotto dalla cantina Hort Sant Patrici, una vecchia fattoria minorchina (tuttora in funzione), dove accanto alla produzione di formaggio si è aggiunta – nei primi anni 2000 – quella del vino.

Fedeli al territorio e alle tradizioni, al Sant Patrici la vendemmia è rigorosamente manuale, le quantità ancora “piccole”, ma la qualità eccellente: i loro rossi e rosati hanno ricevuto premi e riconoscimenti internazionali. Le vendemmie sono tradizionalmente un momento di festa dove partecipano i familiari, gli amici e alcuni membri del club dei pensionati.

Se ti trovi nella zona di Ferreries non puoi assolutamente perdere una degustazione di vini e formaggi all’Hort Sant Patrici di Minorca.

Bodega Binifadet (Sant Lluís)

Tra le cantine di Minorca più celebri c’è la Bodega Binifadet, che è anche la più produttiva: offre visite guidate gratuite, con degustazione non solo di vino, ma anche di prodotti ad esso relazionati, come il formaggio di capra marinato al vino e marmellate di vino.

Fino ad ottobre è possibile anche godersi la terrazza che affaccia sulle vigne, degustando una tapa con vino di Minorca Binifadet in abbinamento.

Vinya Sa Cudia (Mahón)

Splendida azienda vinicola, che si trova nel Parco Naturale di Albufera d’es Grau a Mahón, la Vinya Sa Cudia produce un vino bianco decisamente singolare (un Malvasia dagli intensi profumi floreali): pochi sono i vigneti e la produzione è totalmente artigianale, lottando contro il vento di tramontana e proteggendo le viti con lastre di ardesia, secondo la più rigorosa delle tradizioni.

Binitord

Situata a sei chilometri a sud di Ciutadella, questa azienda vinicola a conduzione familiare ha la propria cantina scavata nel marés (la pietra tipica di Minorca), che consente di mantenere il vino ad una temperatura ottimale.

Dopo un lungo periodo di sperimentazione, Binitord è riuscita ad ottenere degli ottimi vini di alta gamma che è possibile degustare anche nei migliori ristoranti di Minorca.

Sa Forana

Sa Forana produce un vino fresco e fruttato facile da bere, ottenuto da uve Tempranillo, Syrah e Cabernet Sauvignon. La commercializzazione del vino è iniziata nel 2008, cercando sempre un alto livello di qualità.

Il vino si caratterizza per aromi di frutti neri maturi, il tocco fresco del cabernet e il tutto condito da un’atmosfera calda.

Bodegas Menorquinas

Nel comune di Es Mercadal, ai piedi del Monte Toro, c’è Bodegas Menorquinas una piccola azienda vinicola familiare che vale la pena visitare. Vinificano completamente a mano, con uve autoctone, dai propri vigneti situati sulla strada Tramontana, all’interno dello stesso comune.

Questa cantina è stata la prima sull’isola ad ottenere la certificazione con la denominazione di origine “Vi de la terra de l’illa de Menorca. Si possono acquistare i loro vini direttamente in cantina stessa, e nei negozi specializzati in prodotti artigianali.

Minorca, l’isola del vino

Chi lo avrebbe detto che la piccola e tranquilla Minorca un giorno sarebbe diventata la destinazione ideale per gli amanti del cibo e del buon vino! A Minorca è possibile vivere lo spirito enogastronomico più autentico delle Baleari, proprio perché lontano dalla folla.

Essendo meno legata al turismo, assaggiare prodotti tipici e degustare ottimi vini si trasforma in un’esperienza vera da fare direttamente presso le aziende e le cantine, toccando con mano ciò che l’isola è in grado di produrre.