Parchi a Minorca: Albufera d’Es Grau

Tra i parchi dell’isola troviamo il fulcro della Riserva della Biosfera, il Parco Naturale di “Es Grau” è una immensa laguna naturale che comprende sistemi dunari ed isolotti: si trova a Nord-Est dell’isola di Minorca, estendendosi per circa 2 kilometri ed occupandone una superficie di oltre 5 ettari.

Dichiarato Parco Naturale nel 1995 “Albufera d’Es Grau” è composto da materiali che risalgono ad ere geologiche antichissime – si parla di oltre 300 milioni di anni fa – tra cui il periodo Carbonifero (spettacolare la visione di questo tipo di territorio nei pressi del faro di Favaritx), il Mesozoico, il Paleozoico ed il Quaternario.

Questa particolarità spiega l’enorme diversità di habitat e paesaggi esistenti all’interno del Parco.

La vegetazione di Albufera d’Es Grau è caratterizzata soprattutto da olivi selvatici, piante di lentisco e di ilatro che occupano quasi tutta la zona interna del Parco, soprattutto lungo i lati esposti al sole.

Nelle zone in cui il suolo è poco profondo è l’esposizione permette la formazione di un maggiore livello di umidità, troviamo invece ricchi querceti che poi lasciano spazio ad una ben sviluppata vegetazione dunare.

La flora del Parco di “Es Grau” si infittisce grazie alla folta presenza di timo e cardi selvatici, arbusti e roveti disposti vicino al mare e sugli isolotti, dove il vento e l’aria salmastra hanno maggior forza ed ampiezza, come a separazione tra le aree verdi lagunari e quelle sabbiose della spiaggia e delle dune.

Il paesaggio “verde” sottomarino non è certo da meno: esistono sotto le acque di “Albufera d’Es Grau” alcune della maggiori ‘praterie’ di Posidonia dell’intero bacino del Mediterraneo, con elevato livello di conservazione.

La presenza di queste vere e proprie piante – con radici, fusto, foglie e fiori – indica la buona qualità dell’acqua ed è indispensabile per la sopravvivenza delle specie di pesci che vi abitano, poiché tra le loro foglie i piccoli trovano un rifugio sicuro in cui crescere ed alimentarsi.

Nelle calette chiuse dalle dune trovano spazio anche alcune specie di piante marine molto scarse nel resto del Mediterraneo e che qui trovano invece l’habitat perfetto per crescere e creare una delle maggiori colonie esistenti, come la cymodocea nodosa e la zoostera marina.

Un’ altra delle caratteristiche del Parco di “Es Grau”, grazie alla compresenza di più habitat, è la gran diversità di fauna che lo popola. Ci sono specie acquatiche, come anatre, folaghe (dal caratteristico piumaggio nero, interrotto dall’unica macchia bianca frontale), aironi e cormorani; rapaci come l’aquila pescatrice, il nibbio o l’aquila pennata.

In quanto alle specie anfibie – oltre alle rane – si segnala la presenza della “lucertola nera baleare”, anticamente abitante le isole di Minorca e Mallorca è oggi l’unico vertebrato sopravvissuto alla presenza dell’uomo. Oggi la si trova solo sugli isolotti interni al Parco, dove ha saputo adattarsi e differenziarsi a seconda dell’habitat incontrato fino a costituire colonie uniche al mondo.

Grande importanza rivestono, al limitare del Parco di “Albufera” le poche fattorie rimaste, che portano avanti le attività agricole e vinicole tradizionali della zona e dell’isola.

Grazie alle iniziative del ‘Ministero dell’ Ambiente’ minorchino è possibile visitare il Parco Naturale “S’Albufera d’Es Grau” gratuitamente, e il sabato si può scegliere di avere l’accompagnamento di una guida.