Minorca: 7 spiagge in sette giorni

 

Sabbie dorate e acque limpide. A Minorca è così: ovunque si vada sull’isola si troveranno sempre spiagge incantevoli e dal fascino indiscutibile. Dalle più frequentate alle più intime, da quelle di sabbia bianca a quelle più rocciose e incontaminate.

Con i suoi 216 chilometri di coste, Minorca – l’isola più selvaggia delle Baleari – vanta ben 80 spiagge e numerose calette, tutte caratterizzate da splendide acque turchesi del mar Mediterraneo. A stupire è la varietà dei suoi arenili che accontenteranno i gusti più disparati.

Se anche tu stai programmando le prossime vacanze a Minorca e hai solo una settimana a disposizione per il tuo soggiorno, in questo articolo ti illustreremo le sette spiagge da visitare in sette giorni: da nord a sud dell’isola avrai solo l’imbarazzo della scelta.

Son Bou. È la spiaggia più grande e conosciuta di Minorca grazie ai suoi 2,4 chilometri di sabbia dorata. Si estende sulla costa meridionale, lungo una baia poco profonda sotto piccole dune. Qui è dove si concentra maggiormente il turismo.

A Son Bou la sabbia è soffice e il mare limpido. Molti i locali presenti e tanti anche gli alberghi e i villaggi attrezzati. Adatta alle famiglie, Son Bou conta su diverse certificazioni europee e su una Bandiera Azzurra che conferma la qualità delle sue acque e l’assoluta sicurezza.

Punta Prima. Sempre sulla costa sud spicca questa bellissima playa, una delle preferite dai minorchini. È lunga circa 200 metri e si trova all’interno di un’ampia insenatura che permette di avere fondali bassi e sabbiosi e che la protegge dai venti e dalla correnti caratteristici dell’isola mediterranea. Proprio di fronte a Punta Prima spicca il faro di “Illa del Aire”, non raggiungibile e non visitabile, ma assolutamente incantevole da ammirare.

 Cala Galdana. Terzo giorno, terza spiaggia.  Per il tuo ultimo giorno sulla costa del sud ti consigliamo di visitare Cala Galdana, una baia incredibile  dalla forma di un ferro di cavallo. Circondata dalla vegetazione è perfetta anche per le famiglie con bambini piccoli. Qualche albergone di troppo subito a ridosso, ma basta non girarsi.

Cavalleria. Dal sud ci spostiamo al nord dell’isola dove troviamo Cavalleria, tra le spiagge più incontaminate di Minorca. Per raggiungerla, infatti, è necessario lasciare l’automobile nell’ampio parcheggio di terra battuta e percorrere un sentiero per almeno 10 minuti. Il colore della sabbia, di un rosso intenso, la spiaggia lunga circa 450 metri e il mare verde danno vita a uno scenario davvero molto suggestivo.

Cala Turqueta. Situata nella zona sud dell’isola è la più incantevole e conosciuta caletta vergine di tutta Minorca. Larga 110 metri e circondata da pini e da una vegetazione bassa e rigogliosa, ha un’acqua trasparente e calma, di un azzurro turchese che lascia a bocca aperta, così turchese da essere stata chiamata “Turqueta”.

Arenal d’En Castell. Se amate ogni tipo di comfort e di servizi allora la vostra spiaggia è Arenal d’En Castell. Frequentata sia da giovani che da famiglie, qui potete trovare numerosi alberghi, bar, ristoranti e molte strutture dove praticare diverse attività. Grazie alle sue acque basse e la sabbia morbidissima è l’ideale per i bambini.

Sa Mesquida. Siamo arrivati all’ultimo giorno e alla settima spiaggia di Minorca vicino Mahon, la capitale. È qui che si trova Sa Mesquida, perfetta da visitare l’ultimo giorno grazie alla sua vicinanza con l’aeroporto. Il litorale è caratterizzato da sabbia dorata e mare blu intenso, e da un paesaggio da lasciare senza fiato con i promontori rocciosi che la rendono altamente scenografica vista dall’alto. La spiaggia è inoltre molto apprezzata da chi pratica le immersioni.

Qui trovi i migliori Hotel di Minorca divisi per zona:

www.playasdefornells.com