Surf di tutti i tipi a Minorca

 

Molti conoscono Minorca per le sue spiagge incontaminate, le sue animate feste coi cavalli, la ricca offerta gastronomica oppure per i suoi piccoli ed incantevoli paesini. L’ isola spagnola è naturalmente anche una destinazione perfetta per praticare attività all’aria aperta e diversi sport acquatici come kayak, barca a vela, immersioni ecc.

Ecco allora che oggi vi vogliamo parlare di dove e come fare surf a Minorca. Ma non solo quello classico con la semplice tavola su cui cercare di stare in equilibrio in mezzo alle onde, ma anche tutte le sue moderne e divertenti varianti.

Vedremo perciò che a Minorca è possibile praticare anche il conosciuto windsurf con tavole e vela, ed anche i più recenti paddle surf di origine hawaiana (si pratica con una base più grande ed un remo) ed il kite surf che, con una specie di aquilone attaccato alla tavola, permette salti e diversi tipi di acrobazie.

Ci due principali ragioni che rendono attrattiva Minorca per gli appassionati di questi sport

Primo e più importante motivo, per la presenza quasi costante del vento durante tutto l’anno. Come abbiamo spiegato in altre occasioni, Minorca è chiamata “l’isola del vento”: nonostante si trovi in un mare chiuso come il Mediterrano, le correnti del Nord Europa si incanalano fra Alpi e Pirenei ed arrivano potentemente fino a qui. Poi, perché essendo un’isola relativamente piccola (47 km di lunghezza per 25 di larghezza all’incirca), è un luogo dove è possibile muoversi agevolmente e cambiare ogni giorno la spiaggia ed il mare che si vuole visitare.

Il periodo consigliato per fare surf a Minorca è senz’altro la primavera quando possono esserci onde fra i 4 ed i 6 metri di altezza, mentre in estate lo stato del mare è generalmente più tranquillo con onde piccole secondo il metro dei surfisti, fino al metro e mezzo all’incirca. È comunque un’attività amata da un nutrito gruppo di giovani locali che negli scorsi anni hanno organizzato il “One Punta Prima Day”, un evento dedicato al settore che ha riscosso un discreto successo.

La zona consigliata per far surf a Minorca è senza dubbio la costa nord, più esposta ai venti, dove suggeriamo ad esempio Cala Tortuga, Calders, Cala Tirant, Cavalleria (uno dei posti migliori per surfisti esperti con le sue onde potenti), El Pico, Cala Pilar, Cala’n Carbó e La Vall.

La costa sud di Minorca è generalmente più tranquilla e protetta. Sono considerate zona adatte al surf Punta Prima, con onde lunghe e ordinate, Binigaus, Son Bou (uno dei luoghi più conosciuti ed amati dai surfisti locali e dai turisti), Santo Tomás (meno affollata di Son Bou con onde potenti ma corte) o Cala’n Bosch.

Passiamo ora a vedere dove e come fare windsurf a Minorca

Se vi considerate dei principianti nella disciplina vi segnaliamo la zona della Baia di Fornells, le cui acque sono tranquille e protette dal vento ed il paesaggio naturale circostante veramente incantevole. In questa zona troverete l’azienda Windfornells, un centro specializzato in windsurf, paddle surd e sci nautico, dove potrete noleggiare il materiale necessario o partecipare a corsi per imparare le tecniche di base. Verso Ciutadella invece, esattamente a Son Xoriguer, troverete Surf & Sail Menorca, un’ altra azienda dedicata agli sport acquatici dove potrete prendere lezioni o affittare l’attrezzatura necessaria.

Le zone consigliate per il windsurf sono Cala Tirant (con onde particolarmente grandi e potenti), Addaia (indicata per il free style), Pregonda o Cavalleria quando soffia il vento da nord oppure Son Bou (consigliata quando il vento viene da ovest) o Son Xoriguer quando invece i venti hanno prevalenza di componente sud. Punta Prima invece può essere un buon posto dipendendo dalla giornata, generalmente quando i venti hanno componente est (sia sud est che nord est).

Per quanto riguarda il paddle surf (o stand up paddle), è generalmente considerata un’attività tranquilla che si può praticare a qualsiasi età anche senza formazione previa o esperienza.

Lunatics Paddle Surf Menorca organizza interessanti escursioni in paddle surf nella costa sud in zone come Cala Canutells, Cala Molí e Cala’n Porter, mentre per la costa nord propone la visita di Macaret, Addaia e Playas de Fornells.

Paddle Tour Menorca invece organizza vari giri in zona Ciutadella compresa una simpatica attività di yoga sopra i paddle surf.

L’azienda Dia Complert, (che segnaliamo per dovere di informazione ma sconsigliamo vivamente per la scarsa attenzione al cliente che offre, e potete vederlo dai commenti su Tripadvisor)  fra le varie porposte di cui dispone, offre ai propri clienti  uscite in paddle surf da Fornells con visita a diverse grotte della costa nord.

Infine qualche informazione sul kite surf a Minorca.

Le zone maggiormente consigliate sono la spiaggia di Son Bou che offre molto spazio, acque cristalline e venti da ovest/ sud ovest. Le correnti aeree che vengono da nord ovest invece si caratterizzano da raffiche che possono risultare fastidiose.

La zona più conosciuta di Minorca per il kite surf è senza dubbio Cala Tirant caratterizzata da vento da nord (onshore). Correnti da nord, ma con provenienza troppo forte da est o ovest, possono provocare raffiche nella zona più vicina alla spiaggia.

Allora, cari amici di Isola di Minorca, se vi immaginate già surfando nelle acque cristalline di Minorca, ricordate un importante consiglio di sicurezza: la normativa vigente obbliga a realizzare tutte queste attività sportive al meno a 500 metri di distanza dalla costa.

Buon divertimento!

Altri articoli che ti possono interessare:

Come scegliere la spiaggia di Minorca in funzione del vento