Le spiagge più belle e le migliori cose da vedere e da fare durante una vacanza a Minorca

Ritmo lento, spiagge di sabbia bianca e dorata, il dolce canto degli uccelli in sottofondo. L’isola più orientale delle Baleari ha ancora un’atmosfera che resiste al turismo di massa. Dopo aver fatto tappa a Maiorca e Ibiza, Minorca è la meta ideale per ritrovare una dimensione più umana e più vivibile.

Più di 216 chilometri di costa offrono ai visitatori panorami mozzafiato, intervallati da imperdibili calette di sabbia morbida che si tuffano nelle placide acque turchesi del Mediterraneo.

Particolarmente apprezzata da chi è in cerca di mare e sole, Minorca offre anche alcune opportunità di svago per alternare il divertimento del gioco al relax della spiaggia.

Ecco allora una breve guida ai luoghi più tipici e suggestivi dell’isola.

Uscire la sera a Minorca

Il Casinò Maritim di Mahon è il miglior posto per tentare la fortuna. La struttura vanta un’ampia scelta di giochi di poker, blackjack, slot machine, roulette americana e molto altro. Il tutto è molto piacevolmente accompagnato dalla vista spettacolare sulla Bahia del Puerto di Mahón e sulla Isla del Rey che si gode dal ristorante, dove l’ottimo servizio e gli effetti della musica in sottofondo completano al meglio l’esperienza. Nella sala giochi è presente anche uno snack bar, per uno spuntino veloce che non faccia perdere d’occhio i tavoli verdi.

I porti di Ciutadella e di Mahon offrono una buona concentrazione di localini all’aperto dove osservare il viavai delle persone bevendo un cocktail in riva al mare. Sull’isola non mancano poi i ristoranti dove gustare gli squisiti piatti a base di pesce e frutti di mare della cucina minorchina. Tra i piatti tipici ci sono la Caldereta de langosta (aragosta stufata), le lumache di mare, l’escupinyas (vongole crude con limone o gratinate al forno) e il peus de Cabrit (pesce misto cotto con sherry e prezzemolo).

Potrebbe interessarti anche → Cosa fare a Minorca in 7 giorni 🏖️

Cosa vedere a Minorca

A Mahon, la capitale, si possono visitare il museo cittadino (con reperti della storia antica dell’isola) e alcuni interessanti monumenti religiosi, tra cui spiccano la Chiesa gotica di Santa Maria e la Chiesa del Carmen.

Decisamente più affascinante è l’antica capitale di Minorca, Ciutadella. La piazza principale – Plaça des Born – è incorniciata da splendidi edifici del XIX secolo, mentre la Cattedrale è un’ammirevole testimonianza dello stile gotico catalano.

Da non perdere il villaggio di Fornells, tra i più caratteristici dell’isola. Piccolo borgo di pescatori noto per la pesca dell’aragosta, offre una bellissima passeggiata sul porto, un’antica chiesa (la Esglèsia de Sant Antoni) e una torre di difesa costruita tra il 1801 e il 1802.

Le più belle spiagge di Minorca

Minorca è stata proclamata Riserva della Biosfera dall’Unesco grazie alle sue aree ambientali ancora intatte. La natura incontaminata e il mare cristallino fanno di Cala Turqueta una delle più pittoresche spiagge vergini dell’isola, il posto giusto per trovare pace e tranquillità, fare un tuffo nel mare trasparente rilassarsi all’ombra della pineta sullo sfondo.

Cala en Turqueta

Son Saura è una spiaggia lunga e selvaggia generalmente poco frequentata. La sabbia è bianca e finissima, il mare è calmo e cristallino: alle sue spalle si estende una folta area boschiva ricca di profumati pini marittimi, cespugli e tamarindi.

Davvero suggestiva è anche la spiaggia di Cavalleria, con rocce e sabbia rossa che fanno da contrasto al verde chiaro del mare.

Dove dormire a Minorca

Dormire nella capitale Mahon può essere molto comodo, trovandosi a circa 10 minuti d’auto dall’aeroporto. Insieme a Ciutadella, è la scelta migliore per chi è alla ricerca di divertimento notturno. Chi ama invece la vita di mare, può trovare il giusto alloggio lungo la costa sud dell’isola, ricca di calette, baie e insenature. I prezzi più economici si trovano invece nel centro di Minorca.

Conclusioni

Minorca è un’isola affascinante, con i suoi villaggi di pescatori pittoreschi, le incantevoli spiagge e uno tra i tratti di mare più intatti del Mediterraneo. L’isola è un’oasi di pace incontaminata, in cui non mancano le opportunità di svago e divertimento.