Tre itinerari per il trekking a Minorca

Minorca, grazie al clima, alla posizione nel Mediterraneo ed alle particolari attenzioni di Protezione Ambientale, è rimasta per buona parte incontaminata e quindi particolarmente interessante dal punto di vista naturalistico.

Ci sono, in particolare, dei percorsi imprescindibili per chi ama fare passeggiate, camminate impegnative o trekking, come il Parco Naturale di s’Albufera des Grau, il Monte Toro o Es Pinaret.

Il Parco Naturale di s’Albufera des Grau

Di particolare bellezza per chi ama fare trekking o bird-watching, il Parco Naturale d’Es Grau, situato al nord-est di Minorca, si estende dall’ Isla de Colom al Cabo de Favaritx, ed è il nucleo della dichiarata “Riserva Mondiale della Biosfera”.

Il Parco si distingue in tre importanti aree: l’Isola di Colom, l’Area attorno al faro di Favaritx e la Laguna di Albufera, ognuna delle quali include diversi ecosistemi: da zone umide, a campagna, pascoli, zone boschive, spiagge e sistemi dunari.

L’impatto paesaggistico, davvero spettacolare, si completa con due importanti siti archeologici: il nucleo urbano talaiotico di Sa Torreta de Tramuntana e la Naveta di Figueralet.

Il Monte Toro

Situato nel centro geografico di Minorca El Toro ha un’altezza di 358mt, ed è la cima più alta dell’isola. Particolarmente amata dai minorchini è meta di pellegrinaggi e camminate. Sulla cima si trova il Santuario della Virgen del Toro, costruito nel XVII secolo, su un’antica chiesa gotica, ed abitato oggi da una comunità religiosa francescana.

Da El Toro si contempla uno dei panorami più belli dell’intera isola, che – nelle giornate di bel tempo – lascia intravedere in lontananza la silhouette di Maiorca.

Es Pinaret

Il “polmone verde” di Ciutadella: un’estesa zona boscosa a 2km dal centro cittadino. Es Pinaret alterna zone pianeggianti ad aree boschive, ed è quindi possibile praticare diversi tipi di sport, escursioni ed addirittura affittare le case coloniche che costellano la zona, se si desidera effettuare escursioni che duri più di 1 giorno.

La zona costiera che affianca Es Pinaret offre uno splendido panorama su Cala Santandria e Sa Caleta, ed è percorribile a piedi fino a Cap d’Artrutx.

Nonostante i percorsi citati non risultino di particolare difficoltà, è sempre consigliabile non avventurarsi da soli sui sentieri dell’isola, specialmente se è la prima volta che si percorrono.

Ricordatevi di scegliere delle calzature adeguate al tipo di percorso che volete intraprendere  e soprattutto di scegliere un abbigliamento adatto – ricordatevi che dopotutto Minorca è soprannominata l’isola del vento!