L’hotel de interior di Anja Sánchez-Rodrigo Wickers, il “Jardí de Ses Bruixes”

 

Anja Sánchez-Rodrigo Wickers è una di quelle persone che crede profondamente nella magia delle cose fatte con amore.

Di padre minorchino e madre tedesca, Anja rappresenta quel curioso mix di cultura, ordine, disciplina e creatività che rende magica ogni sua decisione.

Ed è per questo che abbiamo pensato di raccontare la sua storia come una favola…perchè forse lo è. Cresciuta a Barcellona, Anja torna a Minorca una quindicina d’anni fa, con l’idea e l’intenzione di aprire un piccolo hotel rurale.

Quindici anni fa Minorca si trovava in pieno boom economico, ed i prezzi di un qualsiasi edificio (soprattutto rurale) erano alle stelle. Anja passa al “piano B”: aprire un caffè di classe, ma con tocchi d’altri tempi come i bei caffè di Vienna, dall’atmosfera prettamente romantica. 

A Minorca Anja conosce Nando Pons, uno dei più noti architetti dell’isola, che un giorno la accompagna – entusiasta – a visitare uno dei suoi ultimi lavori: un’antica casa nobiliare di Ciutadella riconvertita ad Hotel.

Anja non solo rimane affascinata dall’Hotel, ma le sembra di entrare in quello che per lei è ancora il “piano A”. Nando, non indifferente alla sua reazione, le fa una sorpresa e la porta a visitare il suo studio d’architettura a Mahon, all’interno di una delle case più antiche della città … non solo, le propone di realizzare in quella stessa casa il suo sogno.

E da qui parte la storia della ristrutturazione e creazione del Boutique Hotel & Cafè Jardi de Ses Bruixes. La casa che ospita l’hotel fu acquistata da Nando circa 20 anni fa, ma risale al 1811. In quell’anno il Capitano Francisco De La Torre la fece costruire per avere una panoramica del porto di Mahon, ed in particolare della spettacolare entrata nel porto.

In soli 11 mesi di lavoro la casa venne eretta (torre compresa!), ma successivamente il Capitano la vendette ad una importante famiglia nobiliare di Mahon, la famiglia Mercadal.

Con il crack finanziario della Banca di Mahon del 1911 la famiglia Mercadal si trovò obbligata a rivendere la casa, che venne acquistata l’anno successivo da Sebastián Femenías.

A partire da questo momento, si può dire, l’edificio fiorisce letteralmente: la ristrutturazione dell’immobile viene affidata a Francesc Femenías, il primo architetto della storia di Minorca. Femenías, che studiò a Barcellona, portò sull’isola il rinnovamento modernista che tanto caratterizza la città catalana.

Sue sono (a Mahon) la struttura del Mercato del Pesce (del 1927), l’imponente facciata modernista della Casa Mir, o la Casa Martorell in Plaza del Princep, così come la Casa del Pueblo (in camì d’Es Castell).

All’interno dell’edificio che diverrà l’Hotel di Anja, Femenías esplora tutte le possibilità del modernismo, e dota la casa di una splendida sala con camino (dalle pareti a fiori, con un lampadario floreale davvero unico), un patio in cui spiccano fioriere geometriche, sculture in terracotta ed un portico a volta con una spettacolare galleria che tanto ricorda le antiche case dell’epoca coloniale.

Durante la ristrutturazione portata a termine da Nando ed Anja tutto ciò che di originale dell’edificio e dei progetti di Femenías si è potuto recuperare ha ritrovato luce, colore e, in alcuni casi, collocazione (compresa la Torre originale, eliminata negli anni ’80 per perchè pericolante).

Ed è anche grazie a quest’ attenzione al dettaglio storico ed all’importanza di tramandare l’autenticità di un luogo che questo non è un semplice Hotel. Al “Jardí de ses Bruixes” i clienti non sono tali, racconta Anja “Ci piace pensare che siano ospiti, che ci vengono a trovare.

Quello che vogliamo è che si sentano come a casa, che l’atmosfera che ha stregato noi possa essere loro trasmessa. Per noi è importante condividere quello che questo luogo ci ha regalato”.

In effetti questo non è un hotel qualsiasi: sembra davvero di tornare a casa. L’atmosfera calda ed accogliente, che si dipana tra il salone ed il corridoio che porta al portico è resa ancor più confortevole (se possibile) dallo staff di Anja, attento e presente, ma mai invadente.

Ogni minimo dettaglio è stato curato per trasmettere relax, serenità e quiete: dalla libreria, al piano, dai cesti di lavanda allo stesso logo dell’ Hotel. “Ses Bruixes” infatti sono le spore del Dente di Leone, che sin da piccoli soffiamo via per farle volare nel vento…ognuna legata ad un desiderio, un sogno, un qualcosa di magico, che senza dubbio qui si è realizzato.

http://hotelsesbruixes.com/es/