Iniziano le ferie, le vacanze, quelle per davvero…

Arrivato l’ultimo week-end di luglio Minorca accoglie migliaia di turisti, pronti a scoprirla in ogni angolo naturale, gastronomico o culturale. Come fare per scegliere bene come passare la giornata? Ecco qualche consiglio

Alaior

Forse non tutti sanno che…una delle più belle spiagge dell’isola, Son Bou, appartiene a questo curioso comune, a metà tra la campagna ed il mare. Alaior ospita lo splendido Patio de Sa Lluna, dove d’estate si tengono concerti, conferenze ed eventi, ed uno dei più bei mercatini artigianali dell’isola.

Mahon

Che dire della splendida capitale dove ancora, nell’architettura, si respira l’aria della dominazione inglese? Le belle strade pedonali ed alberate del centro, il teatro e lo spettacolare porto naturale sono il segreto di questa cittadina che sembra non fermarsi mai. A Mahon vi proponiamo una bella passeggiata al porto, magari al tramonto, per ammirare i colori del sole cambiare sulla bella architettura del Lazzaretto. Vi raccomandiamo di fare due passi in più e provare i fantastici dolci, gelati e crêpes di La Fabrica de Farry, locale dove troverete anche tante piccole delizie da portare a casa.

farry mahon

Migjorn Gran

Il comune più piccolo dell’isola è anche quello con più offerta complementaria. Partendo dalla spiaggia: a Migjorn infatti appartengono le altre spiagge più belle dell’isola: Santo Tomàs, Sant Adeodat e Binigaus, lunghe lingue di sabbia fine e soffice, acque cristalline ed il verde della campagna minorchina a fare da contrasto. Qui potrete davvero passare una giornata diversa dalle altre. Pranzando al ristorante  Don Tomàs, infatti, sarete l’invidia di tutti i turisti. Non solo potrete gustarvi un delizioso pranzo con panorama sul mare, ma potrete usufruire gratuitamente della terrazza con piscina panoramica proprio sulla spiaggia di Santo Tomàs, passando, se vi va, dal mare alla piscina sorseggiando ottimi cocktails.

Se invece siete più appassionati alle tradizioni dell’isola, all’interno di Es Migjorn, con splendida vista su una delle gole più verdi di Migjorn, vi consigliamo l’ottimo 58 s’Engolidor: un ristorante con cucina tradizionale minorchina, dall’atmosfera assolutamente rilassante. Ideale dopo una giornata al mare. Quest’estate il ristorante s’Engolidor propone anche una formula più frizzante, fresca, ma sempre di qualità nel vicino locale S’Estil.let: tapas e vini ottimi.

hotel migjorn

Mercadal

Terminiamo le nostre proposte con il più vivace dei comuni minorchini, Es Mercadal. Il comune si estende fino a Fornells ed arenal d’en Castell, quindi le proposte potrebbero essere moltissime e tutte diverse, ma ci atteniamo alle nostre preferite, sperando che diventino anche le vostre. Le serate di Es Mercadal sono tutte diverse e divertenti: il martedì ed il sabato Plaça Constituciò diventa lo scenario per la musica dal vivo ed il ballo, ed è davvero piacevole cenare ad esempio nel nuovo locale URBAN Street Food dove potrete provare piatti sfiziosi provenienti dalle cucine di tutto il mondo.

Se invece volete provare la vera cucina tipica di Minorca, con le ricette della tradizione isolana, non potete non andare a Ca n’Aguedet, dove lo chef Dani Florit propone la sua “cucina di casa”.

ristoranti mercadal

Queste per ora le nostre proposte: buon inizio estate!