Minorca Regione Ruropea della Gastronomia 2022

L’esperienza di altre destinazioni che furono anteriormente Regioni europee dimostra un boom dell’economia, della qualità della destinazione turistica e del riconoscimento.

Le peculiarità e l’unicità di una meta turistica e della sua gastronomia è ciò che rende possibile ottenere questo tipo di riconoscimento.

Anche se è limitato a un anno specifico, rappresenta un supporto per il consolidamento della destinazione turistica che può essere (soprattutto se ben gestito) un incentivo per il futuro.

Un turista che sceglie una destinazione per le sue vacanze cerca una gamma di sensazioni piacevoli tra le quali la Spagna ha sempre saputo distinguersi per la sua offerta culinaria.

Il “seme” di questa iniziativa proviene dalla Commissione delle Comunità europee.

I rapporti del 2014 sottolineano la necessità di creare una struttura che evidenzi il valore del buon cibo, in primo luogo per una questione di salute ma, allo stesso tempo, di proiezione turistica e di consolidamento economico di queste mete turistiche.

Finora questi obiettivi sono stati raggiunti: Minorca ha lottato per avere la sua occasione e la cosa è già in corso.

La regione del Minho in Portogallo è stata la prima ad ottenere questo titolo e la spinta alla sua visibilità come destinazione è stata evidente.

Nella proposta di candidatura, questa regione del nord del paese, che confina con la Galizia, ha indicato la sua gastronomia come un elemento che accompagna altri aspetti importanti come la sua cultura, la sua arte, la sua sostenibilità.

https://www.youtube.com/watch?v=C3U1I-MXRh8&list=PLI1ahYbfZj4d9zB1LCLjFzA1DrF_TN8h7

Anche la Catalogna ha ricevuto il riconoscimento e ha mostrato i suoi valori promuovendo il turismo del vino.

Potrebbe interessarti anche → Tutto sul Queso de Mahón, il formaggio tipico di Minorca 🧀

Poi è stata la volta di Aarhus Central in Danimarca, Brabant in Olanda, Galway West in Irlanda, South Aegean in Grecia, Sibiu in Transilvania.

Kuopio in Finlandia lo sta celebrando tra il 2020 e quest’anno.

Inoltre, nel 2021 sono entrate come Regione Europea della Gastronomia la Slovenia e la regione portoghese di Coimbra.

E per il prossimo anno Trondheim Trondelag in Norvegia condividerà il calendario con la proposta di Minorca.

L’attenzione a queste destinazioni con l’opportunità della gastronomia apre una finestra al mondo su ciò che è Minorca nel suo insieme.

I prodotti locali e la cultura gastronomica sono il filo conduttore necessario a far venire voglia ai buongustai.

Ma bisogna dimostrare la propria abilità in cucina.

Menorca ha lavorato coscienziosamente su questo aspetto e ha ottenuto un menù di proposte molto suggestive dove il prodotto locale, l’autenticità nelle elaborazioni e l’equilibrio dei suoi ingredienti sani hanno la precedenza.

Non dimentichiamo che ci sono fattori che differenziano Minorca da qualsiasi altro luogo del mondo, proprio per i suoi piatti e le sue elaborazioni. È il momento di rivendicare l’origine della salsa mahonesa (maionese).

E non solo.

Produttori agricoli, di bestiame e di pesca si uniscono a ristoratori, buongustai ed esperti di salute e dieta.