Sant Joan 2018: il programma delle feste di Ciutadella

Il mese di giugno a Minorca è famoso in tutta la Spagna per una delle sue tradizioni popolari più spettacolari ed affollate: parliamo naturalmente delle feste di Sant Joan (San Giovanni) che si celebrano a Ciutadella durante 5 giorni e che culminano tra le giornate del 23 e il 25 del mese.

L’origine di queste feste è essenzialmente religiosa e risale agli inizi del XIV secolo quando i devoti del santo organizzavano una processione a cavallo dal centro di Ciutadella verso un eremo di campagna (il Sant Joan de Missa) con lo scopo di onorare il proprio patrono.

Con il passare del tempo alle celebrazioni delle tradizioni religiose si aggiunsero anche giochi di abilità con i cavalli e momenti rituali più profani che rendono oggi queste feste davvero particolari ed uniche nel loro genere.

feste minorca

Ecco allora il programma delle feste di Sant Joan per questo 2018

Sabato 16 di giugno.

Alle 20.30 Vettla des Be nel Camí de Maó al numero civico 50: è un momento di raccoglimento simbolico attorno ad un agnello bianco ed immacolato, animale che nell’iconografia cristiana è solito accompagnare San Giovanni.

Domenica 17 di giugno.

Dia des be, la giornata dell’agnello. La domenica precedente a Sant Joan è considerata l’inizio ufficiale delle feste.

Alle 9 del mattino i membri del Consiglio dei Cavalieri (Junta de Caixers) si riuniscono a casa del caixer Senyor nella Calle de Sant Jeroni, eseguono il toc de fabiol, ossia un particolare suono con un flauto di legno e poi girano per il centro città visitando case e luoghi pubblici come il Comune ed il palazzo episcopale. Durante questa giornata l’Home des Be (l’uomo dell’agnello) che rappresente il Santo, passeggia scalzo per le strade di Ciutadella portando sulle spalle l’agnellino bianco.

Verso le 20 nell’Avenida de la Constitució si celebra la tradizionale “guerra delle nocciole”, mentre davanti al bar Calós la banda municipale offre un’esibizione gratuita.

Sabato 23 di giugno.

I festeggiamenti della vigilia iniziano verso le 14 con il ritiro dei cavalieri e la consegna della bandiera di San Giovanni.

Verso le 18 si celebra uno degli eventi più belli ma allo stesso tempo caotici delle feste di Ciutadella, il Caragol des Born: i cavalli “ballano” nella Piazza del Born al ritmo della musica.

Verso sera continuano le celebrazioni con un’altra guerra delle nocciole in zona Contramurada, le Corregudes, la sfilata dei cavalli in zona Sa Plaça e poi con un giro dei cavalli per il centro città per far visita a case private: è il Caragol de Santa Clara, un momento più tranquillo delle feste.

I cavalli e i cavalieri infine si ritirano mentre la festa popolare prosegue durante la notte.

Domenica 24 di giugno.

Alle 8 di mattina i cavalieri riprendono le loro attività dalla casa del Caixer Senyor e cominciano poi le prove dei Jocs des Pla (giochi della piazza). Come nella giornata precendente si ripetono le Corregudes ed il Caragol de Santa Clara. Il gruppo dei cavalieri si dirige verso le 14.30 alla Cattedrale per celebrare la Messa e si ritrova infine a bere nel seminario diocesano.

Nel pomeriggio, attorno alle 17, Ciutadella è di nuovo stracolma di gente. Verso le 19 iniziano i Jocs des Pla con Carotades ed Ensortilla, complicati giochi di abilità a cavallo. Durante la nottata si replicano Corregudes e Caragol e verso le 5 del mattino, dopo la bevuta dei cavalieri a casa del Caixer Senyior, si esegue l’ultimo suono di tamburo e di flauto per decretare la fine delle feste nella casa del cappellano (calle de Cal Bisbe).

Lunedì 25 di giugno.

Alle 23 chiusura ufficiale delle feste con uno spettacolo di fuochi artificiali lanciati dalla zona di Son Oleo.

Infine qualche consiglio se è la prima volta che partecipate alle feste di Ciutadella.

  • Se siete in macchina recatevi con molto tempo di anticipo per cercare parcheggio in una zona esterna al centro, meglio ancora se prendete il più comodo Jaleo Bus (anche perchè sono frequenti i controlli alcolemici all’uscita da Ciutadella).
  • Il Caragol des Born ed i Jocs des Pla possono essere momenti pericolosi delle feste, fate attenzione a non avvicinarvi troppo ai cavalli.
  • Le scarpe sono fondamentali: devono essere molto comode e preferibilmente chiuse per evitare che vi pestino i piedi.

A tutti buone feste di Sant Joan 2018!

Se volete dormire a Ciutadella durante San Joan e vedere tutto da un posto privilegiato vi suggeriamo il Romantic Hotel 5 Sentidos