Feste di Minorca: consigli per la vostra “prima volta”

Se quest’estate avete intenzione di partecipare a qualcuna delle numerose feste tradizionali di Minorca, dovete sapere che sono momenti di grande divertimento e partecipazione popolare dove i protagonisti sono i cavalli e la pomada, una bevanda tradizionale a base di gin locale e succo di limone.

Ogni località ha il suo programma tradizionale che si ripete di anno in anno in maniera rigorosa, ma in generale i momenti di maggiore partecipazione (e confusione) sono quelli in cui si svolge il Jaleo, il “ballo” dei cavalli di razza minorchina al suono delle musiche di una banda popolare locale.

I cavalieri (jinetes) tramite le briglie fanno alzare gli animali sulle due zampe posteriori e molte persone si spingono fino a sotto il torso dei cavalli per mantenerli eretti il più a lungo possibile. Quando questo accade è un tripudio per cavallo e cavaliere.

I cavalli delle feste minorchine sono in generale esemplari molto docili ed in un certo senso abituati a questo caos, visto che durante tutto l’inverno ricevono degli allenamenti e delle attenzioni speciali, ma è sempre possibile che qualcuno di loro si innervosisca generando il caos fra la gente.

Senza voler creare inutili allarmismi perchè gli incidenti durante le feste di Minorca succedono sí, ma sono fenomeni abbastanza rari, ecco allora qualche consiglio utile per potervi divertire al massimo e in tutta tranquillità:

  • Le feste si svolgono d’estate sia in orari giornalieri che serali, per cui è consigliabile vestirsi in maniera leggera e totalmente casual (è facile bagnarsi e sporcarsi), con scarpe basse, comode e preferibilmente chiuse: eviterete in questa maniera che nella calca vi vengano dolorosamente pestate le estremità inferiori. Sappiate poi che vengono sparsi chili di segatura per le strade perchè naturalmente i cavalli al loro passaggio lasciano qualche “ricordo”: quindi massima attenzione a dove mettete i piedi! Durante il giorno poi, è conveniente spalmarsi un po’ di crema solare ed utilizzare un cappellino in testa.
  • Se siete in famiglia o in un gruppo con bambini, evitate i momenti di maggiore agglomerazione di gente oppure stazionate in zone più tranquille: i più piccoli si possono perdere fra tanta gente, impaurirsi oppure farsi male in qualche maniera. Lasciate a casa carrozzine e passeggini perchè non sapreste come muovervi o dove parcheggiarli. Sappiate comunque che in ogni festa ci sono comunque dei momenti tranquilli e divertenti dedicati a loro come le sfilate (pasacalles) dei giganti, per cui controllate su Internet i programmi delle feste e gli orari in cui si svolgono.
  • Se avete intenzione di bere alcolici durante le feste, organizzatevi per tempo ed utilizzate il Jaleo Bus sia per l’andata che per il ritorno (i taxi scarseggiano). Sono degli autobus speciali organizzati per le differenti occasioni e che circolano praticamente per tutta la notte: in questo link potrete controllare e scaricare gli orari. Vi converrà utilizzarli non solo perchè durante le feste i parcheggi cittadini scarseggiano, ma anche eviterete di mettere in pericolo la vostra vita e quella degli altri prendendo un mezzo che non si è in grado di guidare adeguadatamente.
  • Non abusate della pomada e di altre bevande alcoliche soprattutto se avete intenzione di entrare nel mezzo del Jaleo: sono momenti potenzialmente pericolosi dove bisogna stare attenti e vigili. Ricordatevi anche di idratarvi, con acqua chiaramente, in maniera adeguata: evitarete così dolorosi ricordi il giorno dopo. Meglio non utilizzare contenitori di vetro che si possono rompere facilmente. Se avete bisogno di andare in bagno sappiate che nei giorni di festa vengono installati appositi bagni pubblici in vari punti delle cittadine, visto che la maggioranza di bar e ristoranti non permettono l’accesso al loro interno.
  • Per rifocillarsi e riposarsi durante le ore della festa sarà quasi impossibile sedersi ad un ristorante: troverete con più facilità panini di tutti i tipi da mangiare in piedi. Se siete molto stanchi cercate qualche panchina libera (suerte!) o sedetevi “alla bell’e meglio” dove è possibile, anche su di un marciapiede. Tranquilli, non sarete gli unici a farlo…
  • Rispettate le tradizioni e le norme delle feste di cui siete ospiti e seguite le norme di sicurezza minime: mai dare le spalle ai cavalli o posizionarsi dietro alle loro zampe posteriori, controllate sempre i loro movimenti. Evitate poi di dar colpi o toccare le briglia dei cavalli, il cavaliere potrebbe perdere il controllo. Quando gli animali passeggiano fuori dalla piazza dove si svolge il Jaleo è invece consentito accarezzarli e tranquilizzarli; se vedete però qualche esemplare particolarmente nervoso lasciatelo tranquillo il più possibile. Se infine volete dar loro un poco d’acqua (non fredda) per rinfrescarli chiedete sempre permesso al jinete.

Buon divertimento allora!